Mondo vecchio, figure nuove

Peggioramento dei conflitti fra Nazioni, crescita delle tensioni, incertezza dei mercati, aumento dei flussi migratori.

Poco prima del G20, l’Amministrazione Biden ha reso pubblici diversi report che spiegano come la crisi climatica, se lasciata correre, sgretolerà i rapporti fra i vari Paesi.

Un calo dei ricavi da combustibili fossili sbriciolerà l’economia di Iraq e Algeria; vi sarà una competizione sempre più accanita per pescare un numero sempre inferiore di pesci; entro il 2050, 143 milioni di persone dovranno lasciare l’Asia meridionale, l’America latina e l’Africa subsahariana, cercando casa altrove.

Non dobbiamo pensare che la crisi climatica si limiterà a riscaldare di qualche grado il Pianeta (anche se già questo causerebbe danni irreparabili): bisogna iniziare a rendersi conto che potrà causare guerre, inondazioni e carestie, che obbligherà a modificare le infrastrutture delle città e il nostro modo di vivere. Questa presa di coscienza è resa difficile dal distacco fra il pubblico e la comunità scientifica, che negli ultimi decenni ha chiaramente fallito la sua opera di comunicazione e sensibilizzazione.

Per questo servono figure nuove e capaci di convogliare il consenso del pubblico. Fondazione AMMI con i suoi corsi ITS forma 3 figure che saranno fondamentali nel mondo di oggi e di domani – Cybersecurity Manager, Heritage Marketing Manager e Sustainability Manager – dando loro non solo le migliori competenze tecnichem, ma anche le skill relazionali necessarie per essere delle figure di riferimento nei rispettivi campi (e non dei semplici tecnici).

  • Continue reading
  • Continue reading
  • Continue reading
  • Continue reading
  • Continue reading