Uno strumento di ripresa post-Covid

Stiamo attraversando una crisi duplice, il cambiamento climatico e la perdita di biodiversità, entrambe causate dal nostro inquinamento, dalla nostra deforestazione, dai nostri allevamenti intensivi.

L’intera comunità economica, oltre che scientifica, è concorde sul fatto che la ripresa post-Covid dovrà basarsi sulle cosiddette “soluzioni climatiche naturali” (SCN), e cioè delle misure che – attraverso la conservazione, il ripristino e la gestione dei territori – permettono di catturare e immagazzinare le emissioni di CO2.

Sono sempre più numerose le imprese private che si impegnano a ridurre (e prima o poi ad azzerare) le proprie emissioni, spesso proprio attraverso l’adozione di SCN. Amazon ha appena speso 10 milioni di dollari per ripristinare 1,6 milioni di ettari di foresta negli Stati Uniti; Nestlé sta investendo per stoppare la deforestazione in Ghana e Costa d’Avorio; Walmart si è impegnata ad azzerare le proprie emissioni entro il 2040. Si fanno sempre più numerosi anche gli investimenti in tecnologie che rendano le SCN più efficienti.

Ma se le SCN sono sicuramente il futuro, da sole non possono bastare; e di sicuro non può bastare la promessa di implementarle. Qualsiasi misura climate-friendly deve inserirsi in un sostanziale cambio di mentalità, che porti le multinazionali a rispettare gli impegni presi, i legislatori ad implementare politiche green in ambito industriale, e ciascuno di noi a fare quello che può per remare nella direzione giusta. Il Sustainability Manager è la figura che sarà capace di prendere la parola e fare da tramite fra i tecnici e il pubblico: troppe volte ci sono notizie o indicazioni importanti che non vengono recepite perché spiegate male, in maniera troppo tecnica o con toni troppo apocalittici. È per questo che Fondazione AMMI proporrà un corso di alto profilo, che abbina competenze tecniche di eccellenza a quelle social skills necessarie al Sustainability Manager per diventare il punto di riferimento nella transizione digitale.

  • Continue reading
  • Continue reading
  • Continue reading
  • Continue reading
  • Continue reading